Voucher Digitalizzazione PMI 2018

[wwp_vc_breadcrumbs_dynamic show_home=”1″ show_parent=”1″ show_child=”1″ theme=”1″ custom_separator_type=”0″]

Forse ne avrai già sentito parlare o avrai ricevuto alcune email sul Voucher Digitalizzazione riservato alla PMI in scadenza il 9 febbraio 2018. Il Voucher per la digitalizzazione è un’opportunità che il MISE mette a disposizione di quelle imprese che intendono innovare, sotto vari aspetti, il loro assetto tecnologico e digitale. In questo articolo ti spiegherò che cos’è il voucher e come è possibile utilizzarlo. Per maggiori approfondimenti, puoi visitare il sito internet del MISE – Voucher Digitalizzazione 2018.

Che cos’è il Voucher Digitalizzazione 2018

Si tratta di una misura agevolativa per PMI che prevede un contributo fino ad un massimo di 10 mila euro per gli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Che cosa finanzia?

Tra le diverse attività finanziabili dal bando, quelle in cui possiamo supportarvi sono:

  • lo sviluppo di un sito e-commerce e relativo digital marketing;
  • lo sviluppo di un gestionale per il miglioramento dell’efficienza aziendale.

Le agevolazioni

Ciascuna impresa può presentare un’unica domanda e beneficiare di un contributo pari al 50% dell’investimento effettuato, per un valore massimo di 10 mila euro.

Come funziona?

Le domande devono essere presentate digitalmente sul sito del MISE dal 30 gennaio e il 9 febbraio. Tutte le domande si intenderanno presentate contemporaneamente, quindi anche se presentate l’ultimo giorno. Già dal 15 gennaio sarà possibile accedere al sito del MISE e iniziare la compilazione della domanda.

Cosa serve per compilare la domanda?

È necessario che l’impresa abbia i seguenti requisiti:

  • PEC dell’azienda;
  • Firma Digitale del rappresentate legale;
  • Numero di dipendenti inferiore a 250 e fatturato massimo di 50 milioni di euro;
  • L’attività non deve essere riconducibile alla produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca o dell’acquacoltura;
  • L’azienda non deve trovarsi negli stati di: procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, amministrazione controllata, concordato preventivo;
  • Non è possibile richiedere il voucher per beni già finanziati;
  • L’azienda non deve essere soggetta ad un ordine di recupero dichiarato dalla;
  • Commissione Europea per aiuti illegali;

Cosa possiamo fare noi di Arkimede360 per te?

Noi di Arkimede360 possiamo fare per te due cose:

  1. Supportarti nella compilazione del progetto;
  2. Se il tuo progetto sarà finanziato, realizzarlo dall’inizio alla fine.

[simple-author-box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *